Exit, Amelia Rosselli

amelia_rosselli2Ridicolo ricordare la nascita, tantomeno la morte di chi operò in vita per apprestarsi più lesto al riposo finale, definitivo. Ma morire in febbraio, Amelia, fu un fatto freddo, bestiale, un dispetto totale alle regole di una stagione che già sibilava Primavera. L’11 febbraio 1996 Amelia Rosselli scambiò il volo per un attimo di pace.

“Chiudiamo un occhio su delle camorre dei pittori. Chiudiamo / le palpebre su delle camiciette delle signore. Chiudiamo / bottega e spariamo. Spariremo nella bruma con la revolverata / discesa a terra.”

Lascia un commento