“Il libro dell’amico e dell’amato”: recensione sul portale Zest Letteratura Sostenibile

Sul portale Zest Letteratura Sostenibile generosa recensione di Il libro dell’amico e dell’amato di Raimondo Lullo, nell’edizione da me curata per la casa editrice Qiqajon della Comunità di Bose, a cura di Paolo Risi, il quale ringrazio sentitamente.

«[…] Il valore non ammette scadimenti e si concede all’alterità, ad una sorprendente lettura laica, come sottolinea Federica D’Amato nella nota alla traduzione: “la leggerezza delle sue immagini, la folgorante icasticità delle enunciazioni, l’intensità di lingua e sentimento, e la perturbata, quasi angosciata malinconia di un desiderio così grande da perdersi nell’assenza del desiderato, riescono a parlare anche a noi, creature di un secolo lontanissimo da quello in cui Lullo visse, eppure ancora vicino ai segreti d’amore di cui continuano a parlare fittamente tra loro, in qualche parte del giardino, l’amico e l’amato”» continua la lettura dell’articolo QUI

Lascia un commento