Sul portale ZestLetteratura una poesia di Helle Busacca nella mia rubrica “Tacuinum sanitatis”

Sul portale ZestLetteratura terzo appuntamento con la poesia nella rubrica da me curata Tacuinum sanitatisDue appuntamenti al mese con la salute delle parole. Il taccuino prosegue con una nota su di una poesia di Helle Busacca contenuta dalla raccolta I quanti del suicidio.

«Ecco che in questa poesia Helle Busacca torna nella memoria sull’isola in cui tutti noi abbiamo vissuto, dove anche i pesci conoscono la sete e le primavere si aggrondano di desiderio, per sempre, sull’incoscienza dei nostri volti. Ma dove si trova quest’isola? Forse è Ogigia, l’isola dei vent’anni, dove Odisseo fu stregato da Calipso…»

continua la lettura dell’articolo QUI.

Lascia un commento