Su Mangialibri Il Libro dell’amico e dell’amato di Raimondo Lullo

Sul portale Mangialibri bella lettura di Francesco Clemente – il quale, però, omette le informazioni di curatela e traduzione italiana – del Libro dell’amico e dell’amato di Raimondo Lullo (Qiqajon Edizioni, 2016) da me tradotto.

«Blanquerna, immerso nella preghiera, è preso da come contemplare Dio e le sue virtù. Non si contano le annotazioni, ogni volta che terminano le meditazioni. Così procede ogni giorno, non preoccupandosi di cambiare le preghiere, proprio per annotare nuovi paesaggi della propria anima. Quegli squarci metafisici vanno a comporre Il libro dell’amico e dell’amato, fatto di tanti versetti quanti sono i giorni dell’anno, perché ogni versetto è sufficiente per contemplare Dio almeno per un giorno intero[…]» continua la lettura dell’articolo QUI

Lascia un commento