Festivaletteratura di Mantova con Franco Cardini e Sara Muzzi per Raimondo Lullo

fedecardini

«[…] L’incontro coi tre studiosi, dopo l’interessante introduzione, si è focalizzato sul poema di Lullo Il libro dell’amico e dell’amato, recentemente ritradotto dalla poetessa e giornalista Federica D’Amato, che ne ha letto e commentato alcuni versi. Si tratta di un poema mistico “alla maniera dei Sufi”, una dichiarazione d’amore di 365 versi dell’amico (l’eremita, il mistico, l’asceta) a Dio (l’amato). Le matrici del poema e le sue ispirazioni sono varie ed eterogenee, interculturali e antietnocentriche, e comprendono la mistica francescana, la mistica sufi (“un poema vertiginoso come una danza sufi”), la lirica trobadorica e il Cantico dei cantici […]»

Le foto dell’incontro qui:

http://www.festivaletteratura.it/it/racconti/raimondo-lullo-nel-medioevo-mediterraneo

Lascia un commento