Su Zest Letteratura la mia rubrica Tacuinum sanitatis con la poesia “Infanzia” di Georg Trakl

Sul portale ZestLetteratura settimo appuntamento con la poesia nella rubrica da me curata Tacuinum sanitatisDue appuntamenti al mese con la salute delle parole. Il taccuino, giunto al settimo commento, prosegue con una nota su di una poesia di Georg Trakl, tratta da Sebastiano in sogno.

«Se l’autunno avesse un suo colore, sarebbe l’azzurro, e non il rosso, il giallo o il bruno della natura che declina verso un’imperscrutabile rinascita. E in questo azzurro un’immagine: quella dello scolaro che solitario riprende la via, interrotta dall’estate, verso la scuola, nel mattino freddo e silenzioso, nel presentimento di quella malinconia che più tardi il bambino, fattosi ragazzo, e il ragazzo, fattosi uomo, chiameranno infanzia […]» continua la lettura dell’articolo QUI

Lascia un commento